Stampa Pagina

Regolamento Utilizzo Spazi

 

REGOLAMENTO PER L’UTILIZZO DEGLI SPAZI

DEL CANTIERE OBERDAN

CAPITOLATO D’USO 

Il Cantiere Oberdan: struttura e mission

Il Cantiere Oberdan ha sede a Spoleto in Piazza San Gabriele dell’Addolorata. Gli spazi sono di proprietà del Comune di Spoleto e sono attualmente gestiti da una ATS, con l’obiettivo di svolgere attività e servizi di tipo sociale e culturale, rivolte soprattutto alla popolazione giovanile. Consta di due ambienti, di un atrio di ingresso che immette ad entrambi i locali e di due bagni. Uno dei due ambienti è stato adibito a Sala Teatro, avente una capienza di n° 60 posti a sedere, mentre il secondo funge da spazio polivalente dove organizzare attività laboratoriali, allestire mostre, svolgere attività formative e conferenze.

Il Cantiere Oberdan è un progetto nato per favorire il ricambio generazionale e l’integrazione sociale dei giovani , per lo sviluppo di uno stile democratico fraterno in tutti gli ambiti della vita di relazione , da quelli lavorativi a quelli politici e culturali , per la formazione di cittadini attivi e responsabili , una struttura di servizio; per un utilizzo costruttivo del tempo libero destinato ai giovani di ogni nazionalità e credo compresi tra i 14 ed i 30 anni

Il Cantiere Oberdan è inoltre un luogo per lo svolgimento di spettacoli e di eventi culturali ed una struttura logistica per offrire un supporto a progetti che hanno come fine lo sviluppo delle potenzialità creative degli utenti giovani e meno giovani; un contenitore sociale per un utilizzo costruttivo del tempo libero.

Il Cantiere Oberdan intende porsi come uno spazio libero ed aperto che favorisce l’aggregazione dei giovani promuovendo ed organizzando iniziative ad essi rivolte o fornendo un luogo fisico ed un adeguato supporto logistico ed organizzativo a progetti ideati dai giovani stessi, favorendo la comunicazione tra le Associazioni culturali giovanili presenti nel territorio, i gruppi spontanei, le Strutture Istituzionali, incentivano e promuovendo lo scambio di esperienze e la comunicazione.

A salvaguardia della sua autonomia il Cantiere Oberdan non ha nessuna connotazione politica. Il Comitato organizzativo, di seguito chiamato , semplicemente, Comitato , è composto dai rappresentanti delle varie Associazioni fondatrici riunitesi in ATS ( Associazione temporanea di Scopo regolarmente costituita ). Il Comitato è una emanazione dell’ATS. Il Comitato è il principale organo operativo ed il referente , rispetto ai soci utilizzatori , per tutto ciò che concerne le attività e gli usi del Cantiere Oberdan. La composizione , le funzioni , le competenze del Comitato e dei suoi membri interni è definita dal “ REGOLAMENTO INTERNO GENERALE DEL CANTIERE OBERDAN” di cui il presente “ REGOLAMENTO PER L’UTILIZZO DEGLI SPAZI DEL CANTIERE OBERDAN – CAPITOLATO D’USO “ costituisce parte integrante .

Art. 1 – Oggetto e finalità
Il presente regolamento disciplina le modalità di utilizzo dei locali della struttura denominata Cantiere Oberdan, in cui vengono svolte varie attività finalizzate alla promozione dello sviluppo e dell’espressione di capacità artistiche dei giovani, organizzate dall’ATS e dalle Associazioni partner. Tutte le Associazioni, i gruppi o i singoli individui che condividono gli obiettivi e le finalità specificate nella mission, possono proporre attività o iniziative da svolgere all’interno del Cantiere Oberdan, richiedendo la collaborazione dell’ATS e dei soci fondatori.

Le strutture e le attrezzature possono essere concesse anche ad uso di soggetti esterni, singoli o gruppi che ne facciano richiesta, secondo le modalità di cui al presente regolamento. La concessione è a discrezione del Comitato, che valuterà ogni richiesta presentata. L’uso degli spazi sarà consentito solo se non in conflitto per tempi e modalità con le attività già programmate dal Comitato Cantiere Oberdan. Nella determinazione delle scelte, verrà data priorità assoluta alle attività svolte o destinate alla formazione creativa ed alla crescita dei giovani.

 Oltre ai membri dell’ATS e alle Associazioni Partner, indicate nel Regolamento, possono richiedere l’uso degli spazi del Cantiere Oberdan i seguenti soggetti:

  • il Comune di Spoleto e le Istituzioni Pubbliche;

  • l Singoli individui o le Associazioni che condividono la Mission;

  • giovani singoli o riuniti in gruppi di interesse spontaneamente costituitisi;

  • altre associazioni e privati.

L’utilizzo degli spazi potrà essere dato per qualsiasi tipo di attività, escluso quelle che contraddicono gli scopi e la mission del Cantiere Oberdan. Le iniziative dovranno riferirsi prioritariamente al target di età giovanile (14-30 anni), fatto salvo eccezioni legate a ragioni di opportunità comunque finalizzate al perseguimento della Mission di cui in premessa , previa valutazione del progetto da parte del Comitato.

Art. 2 – Tessera soci
Per accedere, partecipare a qualsiasi attività e utilizzare gli spazi del Cantiere Oberdan è richiesto il possesso della tessera di socio. La tessera di socio avrà una durata annuale, e potrà essere attivata presso il Cantiere Oberdan

Tessera socio ordinario: 10,00 annue

Tessera socio giovane (14-30 anni) 5,00 annue

I soci sono tenuti all’osservanza del regolamento e delle decisioni assunte Comitato di gestione. Con la sottoscrizione della tessera di socio, il possessore autorizza l’ATS ed il Comitato organizzativo al trattamento dei suoi dati personali per informazioni inerenti le attività del Cantiere e dell’ATS stesso in ottemperanza dell’art.10 della legge 675/96.

Art. 3 – La condotta da tenersi negli spazi interni ed esterni.
Tutti i soci ed utilizzatori del Cantiere Oberdan si impegnano a contribuire alla realizzazione di una spazio associativo e di un ambiente di vita piacevole, sereno, accogliente, aperto nei confronti della diversità, considerata come una ricchezza. La sottoscrizione della tessera comporta l’accettazione del Regolamento, una copia del quale verrà affissa nella bacheca posta all’ingresso. Nei locali interni al Cantiere e nella Piazza S.Michele dell’Addolorata  è tassativamente proibito assumeree/o portare con se qualsiasi sostanza illegale o accedere al Cantiere sotto l’effetto di alcool o stupefacenti. All’interno del Cantiere è tassativamente vietato fumare. Per una convivenza civile improntata sul rispetto delle persone e delle cose (altri soci, le attrezzature ed i materiali del Cantiere) i soci sono tenuti ad astenersi nel praticare atti di bullismo e qualsiasi tipo di violenza fisica o verbale. E’ importante rispettare la quiete pubblica all’uscita e fuori del Cantiere. I soci sono inoltre tenuti a mantenere i locali puliti ed ordinati e a riporre tutte le attrezzature nella loro postazione propria. Una attenzione particolare va posta nei confronti dei servizi igienici che non vanno mai lasciati sporchi o disseminati di cartacce.Il mancato rispetto delle regole prevede come sanzioni l’ammonimento, l’allontanamento temporaneo dal Cantiere attraverso il ritiro della tessera, l’allontanamento a tempo indeterminato dal Cantiere attraverso la cancellazione dall’elenco dei soci. Inoltre, per atti vandalici riportati alle strutture o alle attrezzature del Cantiere, verrà richiesto il rimborso dei danni subiti.

Art. 4 – Modalità di richiesta degli spazi
La richiesta di utilizzo della strutture del Cantiere avviene per iscritto attraverso l’apposito modulo reperibile presso il Cantiere o scaricabile direttamente dal sito www.cantiereoberdan.org. Il modulo, compilato in tutte le sue parti e firmato dovrà essere inviato preferibilmente via mail all’indirizzo cantiere.oberdan@gmail.com oppure consegnato a mano entro queste scadenze trimestrali:

entro il 1 novembre (per i progetti da realizzare tra il 1 gennaio e il 30 aprile),

entro il 1 marzo (per i progetti da realizzare tra il 1 maggio e il 31 agosto),

entro il 1 luglio (per i progetti da realizzare tra il 1 settembre e il 31 dicembre).

È possibile sottoporre proposte anche con maggiore anticipo, rispetto ai tempi sopra indicati. Solamente nel caso in cui il calendario non preveda nessuna attività in programma, sarà possibile prendere in considerazione richieste di utilizzo fuori dalle scadenze trimestrali.

Entro i successivi 30 giorni di ogni scadenza il Comitato comunicherà al referente del progetto l’esito della richiesta e le motivazioni della sua eventuale non accoglienza. A conclusione del vaglio della richieste verrà redatto un calendario trimestrale delle attività che verrà affisso nelle bacheca nell’atrio d’ingresso e sarà visualizzabile nel sito online.

 Art. 5 – Quote per l’utilizzo degli spazi
L’utilizzo degli spazi del Cantiere Oberdan prevede una quota che contribuisce a coprire le spese, i costi delle utenze, della manutenzione ordinaria, delle pulizie e come fondo per la manutenzione straordinaria. Sono previste due tipologie di quote:

Tariffa intera
Corridoio: costo orario 4,00
Sala Conferenze: costo orario 7,00
Sala Teatro: costo orario 12,00

 Tariffa giovani ridotta – per le attività dei giovani e delle Associazioni che rientrano nelle finalità del Cantiere Oberdan, ovvero che coinvolgano i giovani e la loro creatività:

Corridoio: costo orario 2,00
Sala Conferenze: costo orario 3,00
Sala Teatro: costo orario 6,00 €

RiscaldamentoDa Novembre a maggio verrà chiesta una maggiorazione del 50% sul costo orario per il riscaldamento.

Quota di partecipazione annuale – Per le Associazioni o i gruppi che prevedono di fare un uso continuativo e frequente degli spazi è possibile versare una quota di partecipazione annualedi 250 €,acquisendo così il diritto di usufruire delle tariffe speciali ridotte.

Attrezzature – Il Cantiere Oberdan dispone di alcune attrezzature tecniche. La Sala Teatro è dotata di un impianto audio base, impianto luci, quinte armate e videoproiettore. All’occorrenza si può fare richiesta di utilizzo tali attrezzature. L’uso dell’impianto audio base prevede una maggiorazione sul costo orario di 1. Per quello che riguarda invece l’uso delle luci e del video proiettore, la maggiorazione varierà in base alle necessità specifiche del richiedente. Questo dovrà designare un proprio responsabile tecnico, che si incaricherà di gestire e curare le attrezzature in uso. In ogni caso, sarà necessaria l’assistenza di un tecnico specializzato, indicato dal Comitato Cantiere Oberdan, il cui costo sarà a carico del richiedente e verrà determinato sulla base delle specifiche necessità.

Cauzione – Alle associazioni, o gruppi che utilizzano il cantiere Oberdan, viene richiesta una cauzione di 100 €, che verrà restituita alla fine dell’attività.

Attività continuative e prolungate – Per quelle attività che prevedono un uso prolungato degli spazi, delle attrezzature e dei servizi tecnici, sarà possibile concordare con il Comitato un prezzo forfettario.

Variazioni delle quote – Le quote sopra indicate potranno subire variazioni nel corso dell’anno, per eventuali aggiornamenti all’interno del Comitato. Queste variazioni verranno immediatamente modificate agli utilizzatori.

Modalità di pagamento – La quota cauzione dovrà essere versata prima di poter utilizzare gli spazi del Cantiere Oberdan.Per le attività brevi il saldo delle ore di utilizzo sarà versato alla fine delle attività, al momento della restituzione della cauzione. Per attività prolungate e continuative, si procederà al pagamento mensile della quota. Il mancato pagamento delle quote costituisce motivo immediato di cancellazione della attività.

Cancellazione e More: In caso il soggetto concessionario degli spazi, disdica l’utilizzo degli stessi a lui assegnati, saranno applicate le seguneti more:

Cancellazione 15 gg prima: Richiesto il pagamento del 50% del totale
Cancellazione 3 gg prima: Richiesto il pagamento dell’intero nolo

Art. 6 – Garanzie, Responsabilità e limitazioni
Il concessionario degli spazi del Cantiere Oberdan è tenuto:

  • ad utilizzare i locali per le sole attività per cui è stato concesso;

  • a non concedere ad altri l’uso e l’utilizzo del locale durante il periodo di concessione;

  • ad acquisire dalle competenti autorità, secondo le norme e le leggi vigenti, tutti gli eventuali permessi, licenze o autorizzazioni necessarie allo svolgimento delle proprie attività;

  • sollevare il Comitato da ogni responsabilità per quanto possa accadere all’interno del locale, a persone o a cose, durante lo svolgimento delle proprie attività e a causa dell’attività stessa;

  • a vigilare in forma continuativa per la tutela dell’immobile e di quanto in esso contenuto, sia che si tratti di beni del concedente sia del concessionario;

  • a far rispettare le regole di comportamento;

  • a risarcire al Comitato eventuali danni arrecati al locale durante il periodo della concessione. Il Comitato si riserva comunque la facoltà di procedere per vie legali al fine di tutelare il proprio patrimonio;

  • a restituire il locale ricevuto in concessione nelle stesse condizioni in cui è stato consegnato, rimettendo tutte le attrezzature e oggetti al loro posto;

  • ad assicurarsi prima di uscire dal locale che tutte le luci siano spente, che nei bagni non ci siano rubinetti aperti, che entrambe le porte di accesso siano correttamente chiuse e a portare tutta l’immondizia nel cassonetto sito in Via dei Gesuiti (Piazzetta dell’Erba);

  • a corrispondere il contributo di utilizzo fissato ai sensi dell’art. 5;

  • ad assumere a proprio carico tutte le eventuali spese, imposte e tasse relative alla propria iniziativa e la responsabilità del personale impiegato per le proprie attività, nessuna esclusa od eccettuata.

Inoltre:
I locali del Cantiere Oberdan non possono essere adibiti a sede permanente di alcun gruppo o associazione.

Il mantenimento dei locali in ottimo stato è affidato all’educazione degli ospiti ed in particolare modo alla responsabilità di chi firma il foglio di concessione.

Qualsiasi disservizio, danno, furto, avaria o manomissione agli impianti esistenti, deve essere tempestivamente segnalato, da coloro che ne rivelano il fatto, all’affidatario e/o direttamente all’ufficio competente.

Il richiedente s’impegna a rispettare le norme di pubblica sicurezza, munendosi degli eventuali permessi necessari e di osservare le norme di sicurezza in relazione al tipo d’uso e al numero dei partecipanti, che non deve mai superare le 99 unità complessive per tutti gli sazi e le 60 unità per la Sala Teatro. Assume in proprio ogni responsabilità rispetto all’uso degli ambienti e si impegna a tenere indenne il Comitato da qualsiasi richiesta di risarcimento.

Gli utilizzatori sono tenuti a rispettare i giorni e gli orari di utilizzo dei locali.

Il Comitato Cantiere Oberdan non si assume alcuna responsabilità per eventuali furti, incidenti o infortuni che dovessero verificarsi durante l’uso degli spazi.

È severamente vietato:

  • utilizzare attrezzature e strumentazioni senza specifica autorizzazione da parte del Comitato;

  • effettuare interventi di spostamento e/o modifica degli arredi e delle attrezzature presenti nei locali, senza autorizzazione del Comitato;

  • appendere oggetti di qualsiasi natura alle pareti e ai muri di tutto il complesso del Cantiere Oberdan, senza aver consultato il Comitato, vanno invece utilizzate apposite strutture autoportanti;

  • effettuare interventi atti a modificare le dotazioni degli spazi, qualsiasi integrazione alle suddette dotazioni deve essere dichiarata nel progetto presentato;

  • effettuare allestimenti o quant’altro che non sia stato inserito nel progetto approvato dal Comitato.

Art. 7 – Regole per le rappresentazioni di pubblico spettacolo
Le compagnie, associazioni o gruppi che intendono utilizzare lo spazio per rappresentazioni di pubblico spettacolo,dovranno stipulare un accordo specifico con il Comitato, per definire gli aspetti relativi al personale di assistenza tecnica e sicurezza e concordare le modalità di accesso del pubblico. Sono altresì obbligate ad esibire e consegnare al Comitato Cantiere Oberdan una fotocopia del permesso generale di rappresentazione SIAE e l’agibilità ENPALS. Gli utilizzatori sono in ogni caso responsabili per tutti i permessi e le autorizzazioni dettate dalla legge in materia di pubblico spettacolo.

Art. 8 – Pubblicizzazione e divulgazione degli eventi/progetti
Ogni compagnia, associazione, gruppo, singolo individuo, che utilizza gli spazi del Cantiere Oberdan sarà principale responsabile dell’attività e dovrà curare la pubblicizzazione e divulgazione dell’evento e/o attività che realizzerà presso il Cantiere Oberdan.

Si richiede che le compagnie/associazioni/gruppi o singoli lascino copia del materiale promozionale che verrà conservato nell’Archivio interno al Cantiere Oberdan.

Il Comitato Cantiere Oberdan, potrà decidere di collaborare alla divulgazione dei singoli progetti tramite il proprio sito web e i social media, o altre modalità che verranno definite caso per caso.

Art. 9 – Utilizzo del logo del Cantiere.
Il Logo e il nome sono di proprietà esclusiva del Comitato Cantiere Oberdan.Il Logo potrà essere utilizzato nei materiali promozionali solo previa richiesta e relativa concessione da parte del Comitato

Art. 10 – Revoca o sospensione della concessione
La concessione di utilizzo degli spazi potrà essere revocata con provvedimento motivato del Comitato nei seguenti casi:

  1. inosservanza anche di una sola delle condizioni previste dal presente documento;

  2. qualora i locali siano utilizzati in modo difforme dalla concessione;

  3. presenza di situazioni imprevedibili che non consentano la prosecuzione dell’utilizzo dei locali da parte dei concessionari, in particolare quando siano venute a mancare le condizioni di agibilità e di sicurezza dei locali.

 Art. 11 – Norme transitorie e finali
Per quanto non previsto esplicitamente dal presente documento si rimanda alle norme di legge vigenti e al regolamento generale del Cantiere Oberdan.

Le modalità di utilizzo e le tariffe di cui al presente documento vengono periodicamente verificate ed eventualmente aggiornate con successivi aggiornamenti.

Art. 12 – Foro Competente
Tutte le parti che hanno sottoscritto il presente Capitolato d’uso degli spazi stabiliscono che per ogni eventuale e futura controversia derivante dal presente accordo, è competente il Tribunale di Spoleto

Letto, approvato e sottoscritto

Permalink link a questo articolo: http://www.cantiereoberdan.org/richieste-spazi/dove-siamo-2/